19 C
Rome
giovedì 17 Giugno 2021

ENEA: Nota informativa

enea sedeNella riunione del 15 aprile, l’ENEA ha confermato la volontà di “ritirarsi” dal contenzioso promosso dall’Anpri che ha portato alla sospensiva da parte del TAR Lazio dell’applicazione dell’art. 15 (progressioni ricercatori e tecnologi).
Il motivo della rinuncia alla difesa, deriva dal parere fornito dall’Avvocatura dello Stato che darebbe l’Agenzia per certa soccombente nel giudizio fissato per metà dicembre.

Si è dunque aperta la discussione tra ENEA ed OO.SS. sull’utilizzo delle risorse che si rendono disponibili per i primi tre livelli (dal 1/1/2011) in virtù dell’annullamento della procedura e la UIL RUA ha proposto l’incremento dell’Indennità di oneri specifici che oggi con i 26 euro/mese per i tre livelli rappresenta il valore più basso percepito in tutto il Comparto della Ricerca.

E’ prevalsa invece a maggioranza, l’idea di utilizzare i 405.000 euro/anno per riproporre un nuovo art. 15 modificando i parametri oggi oggetto del contenzioso.
Il Commissario si è dichiarato disponibile, purché i criteri che determineranno i futuri vincitori siano improntati “sulla valutazione del merito” e non sull’anzianità e sulla permanenza nel livello come prevedeva l’ormai defunta procedura.

Non siamo contrari né alle progressioni né alla valutazione del merito ma nutriamo seri dubbi circa la capacità di “gestire” correttamente una selezione impegnativa e sul merito che darà 37 vincitori a fronte di più di mille partecipanti, da parte di chi ha impiegato 18 mesi per dare alla luce le risultanze dell’art. 54 (progressioni livelli IV-VIII) con 57 vincitori per circa 350 partecipanti …
Il nodo dovrebbe essere sciolto nell’ennesima riunione “stavolta tecnica” convocata per il prossimo 29 aprile.
Nella stessa riunione possibilmente saranno quantificate e magari appostate anche le risorse dei fondi del salario accessorio dal 2012 al 2015 ad oggi non discussi, e si proverà a sbloccare l’accordo “omnibus” (fondo terzi anticipo fascia, indennità turno ecc…) su cui continuiamo a sperare nel massimo consenso ma che si è inopinatamente impantanato per un’incomprensibile impuntatura di altra sigla firmataria.

La riunione è proseguita (senza Commissario) sulle problematiche sollevate dai colleghi in telelavoro. Sarà prodotto a cura del CUG un documento che analizzerà le difficoltà oggettive del regolamento e quelle create dalla nostra solerte amministrazione, l’obiettivo è correggere in positivo le modalità di accesso e gestione di questa forma di lavoro e partire con il prossimo bando una volta terminato il processo di riorganizzazione in corso su cui il Commissario, peraltro neanche troppo sollecitato sull’argomento (non all’ordine del giorno) ha rispettato un rigoroso silenzio.

Siamo stati infine informati che è imminente la pubblicazione della circolare che attiverà le procedure per l’assegnazione delle “fasce” ai dipendenti inquadrati nei primi tre livelli che maturano il beneficio nel 2015, esperienze passate e recenti consigliano cautela nell’interpretazione del termine “imminente” quando usato da personale afferente all’Unità centrale del personale con incarico in struttura .

Cogliamo l’occasione per ricordarvi che la UIL RUA invita tutti a partecipare all’assemblea/manifestazione del 21 aprile 2015 presso la sede del CNR a Roma (piazzale Aldo Moro) alle ore 10,30 presso l’aula Marconi, per un nuovo “NATALE DELLA RICERCA”, nelle bacheche dei vostri Centri troverete riscontro dell’iniziativa.

UIL RUA
Marcello Iacovelli

stampa

Ultime news