martedì 21 Settembre 2021

INAIL: Comunicato al personale

INAIL sedeLunedì 8 giugno 2015, al termine di una partecipata Assemblea indetta dalla FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA sul personale precario dell’INAIL Settore ricerca è stata approvata all’unanimità una Mozione con la quale si avvia un percorso di mobilitazione unitario.
Grande la partecipazione e il grado di disagio espresso dai precari, anche a nome dei colleghi precari delle UOT, da cui è scaturita la necessità di aprire un tavolo di confronto con l’Amministrazione. Le OO.SS. con una delegazione di precari sono state ricevute dal Direttore della Direzione Risorse umane Dr. Giuseppe Mazzetti, dal Dr. Giovanni Contenti e Dr. Alessandro Barletta.
Nel corso dell’incontro sono state rappresentate le preoccupazioni e il grave ritardo accumulato in questi anni sul problema del precariato INAIL Settore ricerca ed hanno anticipato tutte le iniziative idonee a sostegno della mobilitazione decise in Assemblea e contenute nella Mozione.

Sono state chieste notizie in merito all’approvazione del Piano di Fabbisogno, ormai fermo da oltre sei mesi presso i Ministeri competenti, ed anche sul provvedimento legislativo sul quale l’INAIL ha dichiarato il proprio impegno per trasformare “tout court” tutti i co.co.co. in contratti a tempo determinato (TD).
L’Amministrazione INAIL ha comunicato che è in via di definizione la rimodulazione del Piano di fabbisogno anche al fine di dare attuazione all’art. 15 del CCNL nel rispetto degli orientamenti forniti dalla Funzione Pubblica. Considerato che verrà seguito un percorso interno per la suddetta norma contrattuale, saranno liberate ulteriori risorse che permetteranno di poter effettuare un maggior numero di assunzioni e quindi dare concrete opportunità occupazionali al personale precario del Settore ricerca.
Sulle modalità e gli ambiti di applicazione dell’art.15 le OO.SS. chiederanno all’Amministrazione uno specifico incontro.
La nuova posizione indicata dalla Funzione Pubblica sulle modalità di applicazione dell’art. 15 “opportunità di sviluppo professionale per Ricercatori e Tecnologi” è certamente un risultato positivo raggiunto dalla CGIL, CISL e UIL che, a seguito dell’iniziative assunte nei confronti dell’Amministrazione INAIL ed al confronto di merito attivato con il Dipartimento della Funzione Pubblica, hanno difeso le norme del contratto a favore del Personale interessato.
Su richiesta dei sindacati, l’Amministrazione si è impegnata ad aprire un tavolo di confronto sul Piano di fabbisogno nel mese di giugno termine entro il quale verrà trasmesso, insieme alla convocazione, anche il documento di rimodulazione, per garantire le condizioni di un confronto rapido che acceleri i tempi per l’approvazione dello stesso.
Oltre al piano assunzionale, anche l’intervento legislativo per la trasformazione dei co.co.co. a TD deve essere visto come un’altra opportunità possibile da portare avanti in modo parallelo.
Le OO.SS. e l’Amministrazione hanno condiviso l’impegno a lavorare in sinergia nelle sedi politiche di riferimento mettendo in campo anche iniziative di pressione e di mobilitazione.
Lo stato di mobilitazione e la sensibilizzazione tra tutto il personale, strutturato e non, deve permeare ogni singolo dipendente e deve potersi concretizzare in ogni posto di lavoro; per questo le OO.SS. sono impegnate a monitorare costantemente la situazione e a vigilare affinché l’Amministrazione rispetti gli impegni assunti.

FLC CGIL FIR CISL UIL RUA

 

stampa

Ultime news