sabato 13 Luglio 2024

Manovra: UIL RUA, su ricerca si continua con precariato di stato o si avvia soluzione ?

Roma, 18 ottobre 2017
COMUNICATO STAMPA

MANOVRA: UIL RUA, SU RICERCA SI CONTINUA CON PRECARIATO DI STATO O SI AVVIA SOLUZIONE?

IL GOVERNO FACCIA CHIAREZZA SU MODALITÀ ASSUNZIONE 1500 NUOVI RICERCATORI

“Ci piacerebbe che nel dare notizie agli organi di stampa il governo si spiegasse con maggiore precisione: l’annuncio sulle 1500 assunzioni di nuovi ricercatori, fatto dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, ha messo in fibrillazione l’intero mondo prima delle Università e poi anche degli Enti di Ricerca”. Lo dichiara la segretaria generale della UIL RUA, Sonia Ostrica, che ricorda: “Il ruolo dei ricercatori universitari è ad esaurimento dal 2010, anno in cui fu approvata la legge Gelmini”.

“Quelle di cui parla il ministro Padoan se riferite alle Università sono, evidentemente, assunzioni a tempo determinato – continua la sindacalista – Ci auguriamo che siano davvero propedeutiche alle assunzioni di docenti e non si trasformino in una ulteriore coda del “precariato di Stato” a cui i governi che si sono succeduti fino ad ora hanno condannato i lavoratori che si sono dedicati alla ricerca pubblica”.

“Ci saremmo aspettati inoltre dal governo una risposta chiara e precisa anche sulle migliaia di precari degli Enti Pubblici di Ricerca, che a cominciare dal CNR aspettano risposte concrete: scopriamo, invece, che anche con questa legge di stabilità il mondo del precariato sembra sconosciuto e viene usato per esigenze di campagna elettorale – conclude Sonia Ostrica -. Ci auguriamo che si corregga il tiro, e si manifesti il concreto intento di risolvere il dramma che vive chi ha sacrificato vita e aspirazioni, mettendo le proprie competenze a disposizione dello Stato e che ancora oggi continua a vivere nell’incertezza”.

Collegamenti rapidi

Il Punto del Segretario Generale

La notte europea dei ricercatori 2023

Come ogni anno si celebra la “Notte europea dei ricercatori”, ci chiediamo in che modo questo Paese investa nei...