domenica 3 Marzo 2024

Nessun Dorma

Apprendiamo con stupore la drammatica decisione presa dal C.d.A. del Teatro dell’Opera di Roma di licenziare in tronco tutti i lavoratori-artisti del Teatro dell’Opera della Capitale.
Il mondo delle nostre Istituzioni è offeso. Si sta ipotecando il futuro di tantissimi giovani che dedicano la loro vita alla Musica e che difficilmente troveranno un futuro nella nostra amata Italia.

Questo è l’ennesimo attacco al sistema culturale Italiano. Non è così – liquidando gli artisti che hanno reso l’Opera portavoce d’eccellenza della lirica italiana nel mondo – che si salverà il teatro. Non si salverà ne’ il lavoro ne’ la qualità, con le esternalizzazioni che tolgono dignità al lavoro e lo rendono “precario per sempre”.
Indignati per gli sviluppi della grave situazione che stanno vivendo i colleghi del Teatro dell’Opera, confidiamo nella possibilità che la pesantissima e insopportabile soluzione venga riconsiderata.
Crediamo che il gravissimo stato debitorio delle Fondazioni Lirico-Sinfoniche italiane non possa trovare risanamento attraverso queste scelte.

Le Segreterie Nazionali

stampa

Collegamenti rapidi

Il Punto del Segretario Generale

La notte europea dei ricercatori 2023

Come ogni anno si celebra la “Notte europea dei ricercatori”, ci chiediamo in che modo questo Paese investa nei...