sabato 25 Settembre 2021

Pontificio Istituto Biblico: Segnalazione a proposito della Editrice

biblicoEgregi,
siamo qui a denunciare il diffuso stato di malessere che si è determinato tra il personale della Gregorian & Biblical Press, preoccupato per il futuro della struttura e, di conseguenza, anche del proprio.

Gli stessi dipendenti operano da più di venti anni nel settore e solo ultimamente hanno visto ridurre sensibilmente la loro professionalità, che è da sempre stata esercitata con alto spirito di collaborazione, correttezza e senso di responsabilità.

Per quello che ci è dato sapere, la ridotta produzione editoriale e la contrazione degli ordini non sembrano dipendere soltanto da un mero effetto di mercato negativo, relativamente ad un prodotto certamente di nicchia, ma sembrano anche derivare dalla diversa impostazione che a tutto il settore è stata data.

Quello che però sarebbe a nostro avviso inaccettabile è che i risultati negativi possano essere imputati al personale dell’Editrice, il quale – tra l’altro – ha visto ridurre sempre più nel tempo la propria autonomia, fino a divenire mero esecutore di direttive sempre più specifiche e dettagliate, finalizzate alla esternalizzazione dei servizi.

Quest’ultima affermazione è suscitata dal prendere atto che all’interno del Pontificio Istituto Biblico si stiano già cercando di addossare ai dipendenti le responsabilità degli scarsi risultati dell’attività dell’Editrice.

Restiamo in attesa di vostre assicurazioni in merito, in assenza delle quali queste Organizzazioni Sindacali assumeranno tutte le determinazioni del caso.

Distinti saluti.

FLC CGIL
Angela Imperi
UIL RUA
Sonia Ostrica

stampa

Ultime news