17 C
Rome
martedì 15 Giugno 2021

Università di Bari: Assemblea generale del personale

Dopo un approfondita discussione sulla riunione di contrattazione decentrata del 30 giugno 2014

ESAMINATA

La proposta avanzata dalla parte pubblica di voler autorizzare la spesa annua solo per il 60% del fondo del personale B, C, D che corrisponde a circa 4 € lorde mensili pro capite a partire dal 1 luglio 2014

DÀ MANDATO ALLA DELEGAZIONE SINDACALE

– di pretendere la piena trasparenza e quindi di ricevere immediatamente tutta la documentazione, ad oggi, pervenuta (e sempre negata) dagli ispettori del MEF, dall’IGOP e dal collegio dei revisori dei conti;
– di attivare subito una commissione di indagine amministrativa che individui i responsabili che hanno prodotto questo disastro;
– di organizzare un’idonea conferenza stampa pubblica per rettificare l’immagine distorta che alcuni mezzi di comunicazione stanno dando sul personale tecnico amministrativo dell’Università degli Studi di Bari;
– di rilanciare la proposta di contrattare ad oltranza -“RETRIBUZIONI INVARIATE”- sino all’esame congiunto di tutta la documentazione utile e valida e direttamente collegata al fondo B, C, D;
– di rifiutare la proposta del Direttore Generale e della parte pubblica,

DÀ MANDATO AL SINDACATO E ALLA RSU

– di predisporre tutte le iniziative locali e nazionali utili a contrastare le “cattive” azioni di questa Amministrazione;
– di coinvolgere il Consiglio di Amministrazione, che deve rimanere al centro di questa vicenda e deve assumersi le proprie responsabilità, cominciando a interrompere la lunga sequenza di decisioni negative assunte sulle spalle, solo, del personale tecnico amministrativo sempre a partire dalle fasce più deboli (personale a tempo determinato, CEL).

IN CASO DI ESITO INFAUSTO DELLA CONTRATTAZIONE DEL 7 LUGLIO L’ASSEBLEA ALL’UNANIMITÀ

– dà mandato al sindacato di adire le vie legali, a tutti i livelli, con spese a carico del sindacato;
– dà mandato al sindacato di organizzare le azioni di lotta, le più eclatanti e le più dirompenti possibili.

L’assemblea suggerisce al Consiglio di Amministrazione, al Rettore, al Direttore Generale e al Collegio dei Revisori di considerare seriamente l’opportunità delle dimissioni poiché non all’altezza di rappresentare anche la componente del personale tecnico amministrativo.

Ultime news