sabato 25 Settembre 2021

Università di Cassino: UIL RUA, non vorremmo che vicenda debito INPS ricadesse su lavoratori

COMUNICATO STAMPA
UNIVERSITA’ CASSINO: UIL RUA, NON VORREMMO CHE VICENDA DEBITO INPS RICADESSE SU LAVORATORI
NONOSTANTE DIVERSE RICHIESTE NESSUNA RISPOSTA DA RETTORE E DIRETTORE GENERALE, DA FEBBRAIO ASPETTIAMO NOTIZIE CHE NON ARRIVANO

“Siamo estremamente preoccupati perché la vicenda del debito dell’Università di Cassino nei confronti dell’INPS rischia di ricadere sui lavoratori”. Lo dichiara la Segretaria Generale della UIL RUA Sonia Ostrica che aggiunge: “Sia i lavoratori che i sindacati, infatti, sono ancora in attesa di conoscere che tipo di interventi saranno messi in campo per garantire un piano di rientro che non penalizzi i lavoratori”.
“A fine febbraio il Rettore aveva detto ai dipendenti riuniti in aula magna che non ci sarebbero state ripercussioni sul personale dell’ateneo ma, malgrado le nostre reiterate richieste, non abbiamo ancora ricevuto alcun aggiornamento”, spiega Roberto Papi, componente della segreteria nazionale della UIL RUA che continua: “La UIL RUA ha chiesto nuovamente di essere convocata per conoscere lo stato della vicenda INPS, del collegato piano di rientro e anche per affrontare molti altri temi di interesse dei lavoratori che non possono essere ulteriormente rinviati”.
“Non avendo ricevuto notizie né dal Rettore né dal Direttore Generale la UIL RUA si attiverà in tutti i modi per ripristinare corrette relazioni sindacali e, laddove gli atti dell’amministrazione dovessero smentire le parole del Rettore, si batterà perché a pagare il conto non siano i lavoratori”, concludono i sindacalisti.

Ultime news