3 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021

INVALSI: Comunicato al Personale

Care iscritte, cari iscritti,
di seguito per punti riassumiamo i contenuti salienti dell’incontro tra la parte sindacale, il CUG e la parte datoriale tenutosi lo scorso 4 settembre.

Per quanto riguarda il rientro in sede il Direttore Generale ha illustrato il piano redatto dall’amministrazione che prevede, al netto dei soggetti fragili, la presenza in sede per il 50% del personale in contemporaneità.

Lo studio delle planimetrie degli uffici ha oltremodo orientato la parte datoriale a suggerire, attraverso i capi area, di definire con maggiore precisione il numero dei dipendenti in compresenza, in maniera da assicurare una singola presenza per ogni ambiente a garanzia di un livello di sicurezza maggiormente efficace nel contrasto alla diffusione del Covid. Questo orientamento di fatto porterà la percentuale dei dipendenti in smartworking a superare il 50% previsto.

È stata eliminata la fascia di compresenza dal verbale d’intesa per cui ogni dipendente in accordo con il proprio Responsabile potrà articolare il proprio orario di lavoro.

Abbiamo chiesto quali soluzioni adottare in caso emergano ulteriori evidenti situazioni di fragilità, dirette e indirette, in aggiunta a quanto previsto. Il DG ha garantito la massima disponibilità a valutare e accogliere favorevolmente richieste di dipendenti in evidenti situazioni di criticità. Ha oltremodo sensibilizzato dipendenti e OO.SS. a fare emergere tali situazioni per poter dare seguito ad azioni in favore della risoluzione di questo genere di problemi.

Abbiamo chiesto e ottenuto di togliere il dover comunicare entro le 18,30 del giorno prima, le assenze in caso di malattia.

Per quanto riguarda la compilazione dei report per esporre i risultati raggiunti in modalità lavorativa a distanza, abbiamo chiesto maggiore dilatazione temporale della reportistica in coerenza con la qualità e la tipologia delle attività lavorative prestate. Il DG ha ritenuto di accettare la proposta rimodulando i tempi di compilazione su base quindicinale e non più settimanale, ritenendo questa soluzione ottimale per l’Ente.

La Direzione si è impegnata a sottoporre ai revisori dei conti la proposta di corrispondere i buoni pasto al personale in sw sottolineando come questa sia una situazione eccezionale che ha portato ad un obbligo di prestazione lavorativa a distanza non per libera scelta e come la stessa situazione abbia determinato disagio per i dipendenti. In via secondaria l’amministrazione si impegnerebbe a prelevare parte delle risorse destinate alla corresponsione dei buoni pasto per incentivare economicamente il personale. Abbiamo sul punto chiesto che una tale scelta lasci in ogni caso inalterata la disponibilità residua delle risorse per eventuali ulteriori interventi in favore del personale.

Il Direttore comunica che sta predisponendo un elenco di delibere che verranno mandate a breve al CDA, per poi passare al collegio dei revisori e discusse successivamente tavolo sindacale. In particolare, si sta costituendo il fondo incentivazione e predisponendo i bandi per l’apertura di procedure relative agli artt. 90 e 22. Per quanto riguarda le procedure previste dall’art. 22 sarà convocato un nuovo incontro per sottoscrivere un verbale d’intesa tra le parti e dar modo di attivare i bandi entro il prossimo mese di novembre.

Per quanto riguarda i benefici ai dipendenti di natura Assistenziale e Sociale abbiamo chiesto e ottenuto l’aggiunta dei rimborsi per i centri estivi. Anche in questo caso le eventuali risorse non utilizzate saranno riassegnate ad altre voci e disponibili per ulteriori benefici in favore del personale.

Un caro saluto.

Federazione UIL SCUOLA RUA
“Ricerca Università Afam”
Regione Lazio
Stefania Rossi – Domenico Barbaro

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news